A Rimini la 56esima edizione di Ttg Travel Experience

Solo posti in piedi per gli ospiti e anche per il pubblico convenuti nella Main Hall del quartiere fieristico di Rimini dove si sono svolte la breve cerimonia di apertura e il taglio del nastro della 56 esima edizione di TTG Travel Experience e di SIA HOSPITALITY Design e Sun Beach & Outdoor alla presenza di Lorenza Bonaccorsi, neo sottosegretario di Stato al turismo, Lorenzo Cagnoni, presidente di IEG Group S.p.A. , Andrea Gnassi sindaco di Rimini, Andrea Corsini assessore al turismo della Regione Emilia Romagna, Giorgio Palmucci presidente Enit.
Tutti gli ospiti si sono ritrovati d’accordo nel riconfermare il turismo un settore in crescita mondiale e nazionale, una grande industria del presente e del futuro (Gnassi ); un settore strategico per l’economia dell’Italia e segnatamente dell’Emilia Romagna in quanto contribuisce al 13% del PIL con 55 mila imprese del settore e 400 mila addetti tra diretti e indiretti (Corsini); un settore che richiede lavoro di squadra e collaborazione con regioni, ambasciate, istituti italiani di cultura all’estero per fidelizzare e aumentare il numero dei turisti stranieri (Palmucci).
Sulla necessità di riqualificare l’offerta turistica del nostro paese e sull’urgenza di fare sistema per trasformare il turismo in un vero settore industriale si è appuntato l’intervento della neo sottosegretaria Lorenza Bonaccorsi che ha raccolto e rilanciato quanto già detto negli interventi precedenti aggiungendo di essere consapevole del molto lavoro ancora da fare e della necessità di ripartire senza perdere tempo dal Piano Triennale 2019-2020, ereditato dal precedente governo, in collaborazione con le Regioni.
Il primo a prendere atto di questa rinnovata concordia sulla importanza determinante del turismo in Italia è Lorenzo Cagnoni. Il presidente di IEG ha annunciato il nuovo programma di ampliamento dei padiglioni: «la spinta determinante per la realizzazione di questo intervento – ha detto – proviene proprio da queste tre storiche manifestazioni che già occupano tutti padiglioni del quartiere fieristico e sono in continua crescita. Non potevamo rischiare di diventare piccoli. Già dal prossimo anno saremo pronti con in primo stato di avanzamento dei lavori».