Alitalia: Caio nuovo presidente e Lazzerini amministratore delegato

E’ arrivata in serata l’attesa decisione da parte del Governo sui vertici della newco Alitalia. Come riferisce una nota Ansa, il premier Giuseppe Conte ha fatto sapere attraverso un post su Facebook che “Abbiamo individuato l’ing. Francesco Caio quale presidente della nuova società e il dott. Fabio Lazzerini quale amministratore delegato”. E’ arrivata in serata l’attesa decisione da parte del Governo sui vertici della newco Alitalia. Come riferisce una nota Ansa, il premier Giuseppe Conte ha fatto sapere attraverso un post su Facebook che “Abbiamo individuato l’ing. Francesco Caio quale presidente della nuova società e il dott. Fabio Lazzerini quale amministratore delegato”. 
“In questi giorni – scrive Conte – abbiamo lavorato al dossier Alitalia in modo da procedere rapidamente alla sottoscrizione della nuova società, tramite un decreto proposto dal ministro Gualtieri e cofirmato dai ministri De Micheli, Patuanelli e Catalfo (…) Abbiamo condiviso le linee guida che orienteranno il piano industriale, che dovrà consentire il perseguimento di strategie aziendali nel segno della economicità di gestione, in modo da affrontare, con piena capacità competitiva, le complesse sfide del mercato del trasporto aereo post-Covid 19. Il vertice neo-designato potrà da subito lavorare, con gli advisor già individuati dal Ministero dell’Economia, al nuovo piano industriale, che sarà poi notificato alla Commissione europea”.
“L’accelerazione di oggi con la designazione di Caio e Lazzerini apre una nuova era per la compagnia di bandiera e le qualità professionali del presidente e dell’ad siamo certi faranno maturare le condizioni per una nuova grande compagnia, come merita questo Paese – ha sottolineato il ministro dei Trasporti Paola De Micheli, sempre attraverso Facebook -. A loro va la nostra piena fiducia. A loro, adesso, la responsabilità e l’onore di rilanciare con la nuova Alitalia”. Secondo De Micheli la compagnia “può e deve essere rilanciata: questo il nostro obiettivo fin dall’insediamento del governo. In un quadro di mercato internazionale profondamente diverso dal passato, abbiamo voluto non solo approfondire tutte le opportunità che si possono aprire per il settore aereo del nostro paese ma realizzare anche un grande investimento industriale su trasporti e turismo. Per questo la scelta del management è strategica”.