Decreto sicurezza bis: cambiano i tempi di comunicazione alla questura da parte degli hotel

Come già anticipato da Federalberghi, l’approvazione definitiva del decreto sicurezza bis ha introdotto alcune novità in tema di comunicazione alla questura per i soggiorni non superiori alle 24 ore. Rientrato l’allarme scaturito con la prima versione del testo, che prevedeva una «comunicazione immediata», la nuova norma impone comunque un’accelerazione dei tempi: gli albergatori, in particolare, non avranno più 24 ore come prima per notificare le generalità degli ospiti che soggiornano in struttura solo un giorno, ma potranno comunque godere di un cuscinetto di sei ore.
La novità non entrerà tuttavia subito in vigore. Si dovrà infatti attendere l’adozione di un decreto del ministero dell’Interno, che dovrà indicare le modalità di attuazione della comunicazione telematica alle questure. Dopo la pubblicazione di questo ulteriore provvedimento, saranno quindi necessari altri 90 giorni per la piena attivazione dell’adempimento.