Food&Wine Tourism, a Grinzane Cavour focus sul turismo enogastronomico

Migliorare la promozione e le performance economiche del turismo enogastronomico, valutarne il peso attuale e capirne le potenzialità, ma soprattutto confrontarsi sulle scelte che ci attendono per sviluppare nel modo più sostenibile possibile il turismo enogastronomico, sfruttando i vantaggi che le tecnologie più avanzate offrono e integrandole nella promozione turistica. Questi sono solo alcuni dei temi che saranno affrontati nel corso del Food&Wine tourism forum 2019, la due giorni di formazione dedicata al turismo e all’enogastronomia che, dopo il successo della prima edizione, torna al Castello di Grinzane Cavour (CN), patrimonio Unesco, dal 20 al 21 giugno con un ricco palinsesto di appuntamenti. Attraverso ricerche, dati, case history, corsi pratici e tavole rotonde, il Forum fornirà stimoli preziosi e percorsi di studio con l’obiettivo di connettere sempre di più il mondo dell’enogastronomia e quello del turismo. Enogastronomia e turismo, due mondi da sempre vicini che stanno vivendo oggi un momento di grande crescita in Piemonte e non solo. L’Italia, infatti, è da sempre una destinazione turistica che più di altre viene associata ai piaceri che la tavola può offrire. A confermarlo i dati del Second global report on gastronomy tourism condotto dalla World tourism organization secondo il quale il 70% degli intervistati ha riconosciuto il turismo enogastronomico come importante segmento di sviluppo, anche se solo il 10% ritiene che sia promosso in maniera adeguata. Il Forum si situa in questo scenario come evento di riferimento per comprendere, confrontarsi, imparare e agire attraverso due modalità: presentazioni e incontri con professionisti del settore enogastronomico e turistico da un lato e workshop formativi con laboratori sulla comunicazione digitale dall’altro. Nel corso dei due giorni, cui parteciperà il ministero delle politiche agricole alimentari e del turismo con la partecipazione di Alessandra Priante, saranno presentate poi case history internazionali, dal Perù alla Croazia, dalla Spagna all’Istria, si potranno scoprire i nuovi trend di sviluppo sostenibile con l’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo (CN), mentre i big player del settore digitale come Google e TripAdvisor racconteranno le ultime novità, il tutto supportato dai dati delle ricerche Enit, Isnart e TravelAppeal. Tra gli ospiti anche lo chef stellato Davide Oldani e Marcello Masi, inventore della rubrica TG2 EatParade, oltre al direttore marketing e commerciale di Lonely Planet Italia Angelo Pittro, il direttore scientifico di Bto – Buy tourism online Francesco Tapinassi, la responsabile progetti dell’Isnart Flavia Coccia, Roberta Garibaldi, board of advisors della World food travel association, e la giornalista e scrittrice Anna Prandoni.