Visitatori in calo nei parchi Disneyland Usa

Un calo del 3% del numero dei visitatori. E’ quello che hanno registrato i parchi Disneyland Usa durante il terzo trimestre fiscale della compagnia. E tutto ciò nonostante il lancio, lo scorso 31 maggio, di una nuova attrazione legata al mondo di Star Wars.
Il ceo del gruppo Bob Iger, racconta Travel Weekly, avrebbe giustificato la performance negativa citando l’incremento dei prezzi dei parchi e degli hotel, nonché un certo effetto di anticipazione da parte del pubblico, che sarebbe rimasto a casa temendo la folla legata alle inaugurazioni delle nuove attrazioni, che peraltro non sono ancora completamente a regime.
Nonostante il calo dei flussi di visitatori negli Stati Uniti, i risultati finanziari complessivi della divisione Disney dedicata ai parchi, alle esperienze e ai prodotti, sono stati tutto sommato positivi: tra aprile e giugno i ricavi sono infatti saliti del 7%, fino a quota 6,6 miliardi di dollari, mentre i profitti operativi sono aumentati del 4%, a 1,7 miliardi. Gli incrementi sarebbero stati dovuti soprattutto agli ottimi risultati conseguiti dal business prodotti e dal parco di Disneyland Paris.